ESTREMO ORIENTE: LIBERTA’ E DIRITTI UMANI

1534

5832_vietnam-hmong3-150-x-112Il 2009 si apre con prospettive sempre

più preoccupanti per il rispetto dei diritti

umani nei paesi dell’estremo oriente,

dove si assiste ad una recrudescenza

da parte dei regimi dittatoriali nell’attività di repressione, il

cui obiettivo sono le minoranza etniche, quelle

religiose ed in generale i militanti per l’affermazione dei

diritti di libertà. Il caso più eclatant e r esta la Cina, con

la ferita aperta del Tibet, dove, accanto alla feroce

repressione, è in corso un’opera di trasferimento forzato

di popolazioni di etnia Han, che ha lo scopo

di annullare la componente tibetana e con essa

la sua cultura millenaria pervasa di tolleranza e

non violenza. Non meno drammatica, anche se

misconosciuta, è la repressione nei confronti

degli Uiguri, una minoranza di religione musulmana,

che vive nel Turkestan orientale e che, come i tibetani,

chiede non l’indipendenza ma almeno un’autonomia

nell’ambito della repubblica cinese, in cui siano garantiti

i fondamentali diritti di libertà politica e religiosa.

Un altro fronte caldo è il Vietnam, in cui a patire, oltre alle

minoranze cristiane – in particolare i Montagnards –,

sono anche le popolazioni di etnia Kmer krom, profughi

cambogiani, di religione bud dista.

Nel Laos, la medesima sorte è riservata a coloro i

quali chiedono libertà e diritti civili, e tra questi

alcune minoranze etniche e religiose, come i Lao-Hmong,

cui viene imputato di avere avuto dei parenti nell’armata

reale durante la guerra del Vietnam.

La lista dei paesi in cui vengono conculcati libertà e

diritti umani è purtroppo lunga ed include ancora la Corea

del Nord e il Myamar, per cui è auspicabile che in primo

luogo l’Unione Europea, non solo potenza economica

ma anche politica, eserciti la sua forza di persuasione

affinché siano fatti valere i principi di libertà e di

democrazia, e siano affermati i diritti civili individuali,

ad iniziare da quello di professare liberamente

il proprio credo religioso.

 

Avv. Giuseppe Napoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui