IRAN E SIRIA VOGLIONO FERMARE IL TRIBUNALE SPECIALE CHE INDAGA SULL’OMICIDIO HARIRI (di Matteo Bressan)

340

 

Il premier libanese Saad Hariri (sunnita)  ricevuto con la famiglia in udienza da Benedetto XVI nel febbraio del 2010.
Il premier libanese Saad Hariri (sunnita) ricevuto con la famiglia in udienza da Benedetto XVI nel febbraio del 2010.

Che l’Iran e la Siria vogliano ostacolare le indagini del Tribunale Speciale che indaga sull’omicidio Hariri non è certo una novità, così come non è una novità il f atto che Hezboll ah si sia sempre dichiarato contrario a queste indagini.

 

Le conclusioni delle indagini potrebbero essere devastanti per la stabilità non solo del Libano, ma anche dei rapporti tra sunniti e sciiti.

Hezbollah ha infatti accusato di collaborazionismo con Israele tutti coloro che non ostacoleranno il lavoro del Tribunale presieduto dall’italiano Antonio Cassese…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui