UNA BUONA NOTIZIA: SLITTA AD OTTOBRE L’APPROVAZIONE DEL DECRETO LEGGE ZAN (LIBERTICIDA)

121

La notizia non autorizza chissà quali festeggiamenti, ma di certo non è una cattiva notizia: il ddl Zan contro l’omotransfobia e la misoginia tornerà alla Camera dei Deputati solo nel mese di ottobre. Non prima. Alla base di questo nuovo slittamento, l’urgenza governativa di votare, necessariamente la settimana prossima, il decreto semplificazione che va a scadenza; inoltre, a seguire, ci sarà una pausa dettata dalle elezioni regionali, accorpate al referendum confermativo. Non è finita: a settembre, infatti, si accenderanno i riflettori su un altro provvedimento centrale per la vita politica italiana: la nuova legge elettorale. Quello che attende il Parlamento almeno per le prossime settimane è dunque un calendario fittissimo, nell’ambito del quale il ddl Zan – dati di fatto alla mano – non rappresenta una priorità inderogabile né, tanto meno, una questione politica di vita e di morte. Preghiamo perché non venga mai tradotto in legge.