IL VALORE (INFINITO) DI UNA MESSA

73

Gesù disse a santa Gertrude (1256-1302): “Sii certa che a chi partecipa devotamente alla Santa Messa, io manderò, negli ultimi istanti della sua vita, tanti dei miei santi angeli per confortarlo e proteggerlo quante saranno state le Messe da lui ben ascoltate.”

Qualcuno potrà meravigliarsi e un po’ snobbare questa promessa di Gesù. Ma, oltre all’autorevolezza della fonte (santa Gertrude è santa Gertrude), in queste parole c’è una logica.

I frutti della Messa non stanno solo nel valore in sé (che pure è infinito!) della Messa, ma da come il singolo fedele vi partecipa. Sono importanti la sua fede, la sua devozione, il suo fervore.

Dunque, perché meravigliarsi che per quante Messe che avremo ben ascoltate riceveremo tanti angeli a consolarci nel momento della morte?