MANTOVANO: NESSUN ALLARME E’ STATO LANCIATO DA FRONTEX

335

In un’intervista rilasciata al quotidiano Repubblica il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano respinge nettamente il coro di accuse lanciate al Governo sul naufragio di Crotone: “Dalla ricostruzione, emerge che nessun allarme è stato lanciato. E invece da giorni leggo su alcune testate una tesi che sostanzialmente dice: siete voi che non avete voluto salvare quelle vite. Questa, me lo lasci dire, è una follia. Ma siamo impazziti?”.

“Il punto – aggiunge Mantovano da Palazzo Chigi – rispondendo a un appunto sulle parole del ministro Matteo Piantedosi – non è se avrei detto più o meno quello che ha detto il ministro. Il punto non sono i suoi toni. Il punto è se è stato lanciato un qualunque segnale di allarme: per quello che mi consta no”.

Frontex non ha lanciato alcun allarme. Cosa dice la loro segnalazione? Che c’è un’imbarcazione con una persona visibile, indica la possibilità che possano essercene altre sottobordo. Questo – spiega il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio – non è un allarme, vale anche se si fosse trattato di una normale barca da diporto, altrimenti dovremmo intervenire per ogni imbarcazione”.

E la Guardia costiera non si muove prima “perché le condizioni del mare sono peggiorate più tardi, poco prima del naufragio”.

Che non ci fosse allarme lo dimostra il fatto che il velivolo che raccoglie le foto non ha continuato a seguire quella imbarcazione dopo avere inviato la comunicazione” – aggiunge ancora Mantovano replicando ai dubbi del Comandante della Guardia costiera: “Se sa qualcosa lo dica ai magistrati. Credo che gli inquirenti abbiano raccolte le carte e stanno ascoltando alcune persone”. Quanto alle polemiche sulla presenza o meno del ministro Matteo Salvini in Parlamento, “chiunque interverrà in Parlamento – conclude il sottosegretario – lo farà per tutto il Governo e tenendo conto di tutto il quadro”. (Fonte foto: Wired)