PERCHE’ DAR GLORIA A DIO E’ UN VALORE PUBBLICO

112

Dal libro del Papa emerito Joseph Ratzinger “La vera Europa. Identità e missione” (Edizioni Cantagalli, Siena, 2021), leggiamo e pubblichiamo: “Quando l’uomo non ha nulla di più alto a cui aspirare che le cose materiali, il mondo intero gli diventa disgustoso e vuoto. Per questo la cultura cristiana assegna una priorità ai valori morali rispetto a quelli materiali. Per questo il dare gloria a Dio per la cultura cristiana ha un valore pubblico.

Le grandi cattedrali e chiese, come qui a Cracovia la Cattedrale e la Basilica di Santa Maria e così molte altre, sono un’espressione di questa convinzione: che la gloria di Dio sia un bene pubblico e comune per l’uomo. E in effetti, proprio glorificando Dio, l’uomo ha reso onore a se stesso. Le grandi cattedrali sono ancora oggi oasi di umanità, di dignità umana perché sono luoghi della gloria di Dio pubblicamente riconosciuta. Perché una cultura viva, è fondamentale che in essa la gerarchia dei valori rimanga corretta: il primato dei valori morali su quelli materiali, il riconoscimento della gloria di Dio è una eredità comune fondamentale della cultura europea per la cui conservazione e per il cui rafforzamento noi cristiani oggi dobbiamo nuovamente impegnarci.” (pag. 19).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui