BENEDETTO XVI: TELEGRAMMA DI CORDOGLIO A S.E. MONS. LAWRENCE JOHN SALDANHAL, PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DEI VESCOVI CATTOLICI DEL PAKISTAN

651

bhutto_benazir.jpg Il 27 dicembre 2007 Benazir Bhutto è stata assassinata da un colpo d’arma da fuoco sparato da un kamikaze – che si è successivamente fatto esplodere – durante un comizio elettorale a Rawalpindi, vicino alla capitale Islamabad, uccidendo almeno altre quindici persone. L’attentato alla Bhutto (che è spirata in ospedale per le gravissime ferite riportate) è stato rivendicato dal numero due di Al Qaeda, Ayman al Zawahiri, che in un colloquio telefonico con l’agenzia Aki-Adnkronos international, avrebbe detto: «Abbiamo eliminato il più importante asset nelle mani degli americani».

Da tutto il mondo sono arrivati attestati di solidarietà. Il Santo Padre ha inviato un telegramma di cordoglio al Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici del Pakistan, S.E. Mons. Lawrence John Saldanhal, per l’uccisione della Signora Benazir Bhutto, già Primo Ministro e Leader del Pakistan Peoples’s Party

Riportiamo di seguito il testo integrale del messaggio – in lingua inglese – tratto dal sito www.vatican.va

“THE MOST REVEREND LAWRENCE JOHN SALDANHA
ARCHBISHOP OF LAHORE,
PRESIDENT OF THE PAKISTAN CATHOLIC BISHOPS’ CONFERENCE

FOLLOWING THE BRUTAL TERRORIST ATTACK IN WHICH MS BENAZIR BHUTTO, FORMER PRIME MINISTER AND LEADER OF THE PAKISTAN PEOPLE’S PARTY, WAS FATALLY WOUNDED, THE HOLY FA THER EXPRESSES SENTIMENTS OF DEEP SYMPATHY AND SPIRITUAL CLOSENESS TO THE MEMBERS OF HER FAMILY AND TO THE ENTIRE PAKISTANI NATION. HE PRAYS THAT FURTHER VIOLENCE WILL BE AVOIDED AND THAT EVERY EFFORT WILL BE MADE TO BUILD A CLIMATE OF RESPECT AND TRUST, WHICH ARE SO NECESSARY IF GOOD ORDER IS TO BE MAINTAINED IN SOCIETY AND IF THE COUNTRY’S POLITICAL INSTITUTIONS ARE TO OPERATE EFFECTIVELY.”

Benazir Bhutto nutriva apprezzamento per Benedetto XVI e per il suo appello ad un Islam che sapesse riannodare le fila del dialogo fra fede e ragione.

Non a caso il programma politico di Benazir Bhutto cercava di coniugare identità islamica, modernità e alleanza con l’Occidente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui