CANDOR LUCIS AETERNAE

475

Il volume contiene il testo della nuova Lettera Apostolica di Papa Francesco dedicata a Dante Alighieri in occasione del centenario della morte. In questa lettera apostolica Papa Francesco celebra il settimo centenario della morte di Dante Alighieri, il poeta che “ha saputo esprimere, con la bellezza della poesia, la profondità del mistero di Dio e dell’amore“, in quell’opera universale che è la Divina Commedia.

Altri Papi hanno già parlato di Dante, del suo genio artistico e della sua profonda fede. Infatti, Dante presenta il suo viaggio dall’inferno al purgatorio e al paradiso come un percorso di rinascita e conversione. Egli è così “il messaggero di una nuova esistenza, il profeta di una nuova umanità che anela alla pace e alla felicità“.

Scrive il Papa: “Con questa Lettera Apostolica desidero unire la mia voce a quelle dei miei Predecessori che hanno onorato e celebrato il Poeta, particolarmente in occasione degli anniversari della nascita o della morte, così da proporlo nuovamente all’attenzione della Chiesa, all’universalità dei fedeli, agli studiosi di letteratura, ai teologi, agli artisti…

Con questa Lettera apostolica desidero anch’io accostarmi alla vita e all’opera dell’Illustre Poeta per percepire proprio tale risonanza, manifestandone sia l’attualità sia la perennità, e per cogliere quei moniti e quelle riflessioni che ancora oggi sono essenziali per tutta l’umanità, non solo per i credenti. L’opera di Dante, infatti, è parte integrante della nostra cultura, ci rimanda alle radici cristiane dell’Europa e dell’Occidente, rappresenta il patrimonio di ideali e di valori che anche oggi la Chiesa e la società civile propongono come base della convivenza umana, in cui possiamo e dobbiamo riconoscerci tutti fratelli…egli appare straordinariamente vicino a tanti nostri contemporanei…”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui