ACCERCHIAMENTO DELLA NATO?

178

Dal sito alleanzacattolica.org, del 3 aprile 2024 riprendiamo le osservazioni di Luca Bucca a proposito del presunto e sbandierato accerchiamento NATO della Russia:

“Recentemente è tornata a circolare sui social una mappa, già utilizzata spesso in passato, almeno dal 2018, che rappresenterebbe le basi NATO presenti nel mondo e attraverso la quale si vorrebbe sostenere la tesi di un presunto “accerchiamento” che avrebbe “obbligato” la Russia a invadere l’Ucraina.

Senza voler approfondire in questa occasione le scelte strategiche della NATO e degli Stati occidentali aderenti o meno al Patto Atlantico, si vuole qui soltanto mettere in guardia quanti potrebbero in buona fede cadere in errore.

La mappa in questione, infatti, non corrisponde alla realtà. Individua delle basi in Giappone (che non è nella NATO), nel Pacifico e in Alaska, tutti luoghi dove semplicemente non esistono basi militari alleate. Anche per quanto riguarda le “basi” in Europa, se alcune di quelle contrassegnate coinciderebbero perlomeno con luoghi nei quali l’Alleanza è presente con missioni militari di varia natura, altre sembrano collocate a caso. Il tutto potrebbe essere catalogato come una quisquilia, se non fosse per il fatto che anche personaggi pubblici con un certo seguito sui social (e non solo) divulgano queste menzogne formato cartina geografica, ma trattandosi di questioni fin troppo serie e drammatiche è necessario che, indipendentemente dalla propria opinione, si argomenti partendo da presupposti di verità, altrimenti si finirà anche senza volerlo (a meno che non si tratti di malafede) per giungere a conclusioni errate.”.